Famiglia

MATRIMONIO, PARTENARIATO, ADOZIONE, DIVORZIO

introduzione

Matrimonio, Partenariato / PACS, adozione e divorzio prevedono adempimenti amministrativi, talvolta anche molto diversi da quelli italiani, che l’individuo deve obbligatoriamente espletare. Nei prossimi paragrafi si presentano le principali casistiche e incombenze, ma si consiglia sempre di informarsi adeguatamente presso le istituzioni pubbliche, o un avvocato specializzato in diritto di famiglia. Al termine di ogni paragrafo vengono proposti dei contatti e siti di riferimento per ogni tematica.

  • 11.01

    Matrimonio
     

    In Lussemburgo il matrimonio è anzitutto matrimonio civile, il matrimonio religioso deve essere sempre preceduto dal matrimonio civile; è pertanto vietato dalla legge contrarre il solo matrimonio religioso.

    Il matrimonio civile può essere tra due persone di sesso diverso o due persone del medesimo sesso (si veda la legge del 18 giugno 2014 che equipara coppie etero e omosessuali di fronte all’istituzione del matrimonio civile). Possono sposarsi i maggiorenni e le coppie in cui almeno una delle due persone abbia residenza ufficiale in Lussemburgo. Un minore può sposarsi, è però richiesta in questo caso un’autorizzazione da parte del Juge des tutelles (giudice tutelare).

    Il matrimonio deve svolgersi nel Comune di residenza dei due futuri coniugi. Se questi abitano in comuni diversi la scelta è libera. Se uno è residente all’estero il comune di riferimento sarà sempre quello sul territorio lussemburghese.

    Il matrimonio, senza la firma di un contratto di separazione o comunione universale dei beni, prevede il régime matrimonial légal ovvero la comunione dei beni (redditi da lavoro, rendite altre, beni personali, etc.) salvo i beni posseduti prima di contrarre il matrimonio o legati a uno solo degli sposi (ad esempio cimeli di famiglia). Sulle diverse forme di contratto matrimoniale si veda la pagina régimes matrimoniaux della guida amministrativa del Governo del Lussemburgo www.guichet.public.lu-regime-matrimonial

    I futuri coniugi devono costituire presso il Comune in cui si svolgerà il rito un Dossier de mariage che conterrà i documenti richiesti dalla legge lussemburghese. Questi devono essere redatti in francese, tedesco o inglese; per molti di questi documenti, ad esempio l’estratto degli atti di nascita, esistono dei moduli internazionali plurilingue che evitano di ricorrere alla traduzione dall’italiano a una delle lingue accettate.

    I Comuni offrono assistenza nella preparazione del Dossier de mariage, indicando i documenti necessari secondo la nazionalità dei contraenti il matrimonio, la loro residenza, etc. I Comuni lussemburghesi hanno un ufficio – Etat Civil – Mariages / Partenariat – che deve essere contattato almeno due mesi prima del rito per i cittadini di nazionalità lussemburghese e tre mesi prima del rito per i cittadini di nazionalità non lussemburghese. La guida on-line dell’amministrazione lussemburghese propone i requisiti e una lista essenziale dei documenti necessari per contrarre matrimonio in Lussemburgo www.guichet.public.lu-preparation-mariage

    cittadini italiani nati in Lussemburgo e cittadini italiani nati in Italia

    Nel caso in cui il cittadino italiano sia nato in Lussemburgo e abbia quindi in Lussemburgo la sua residenza, le pubblicazioni di matrimonio sono fatte presso la cancelleria consolare dell’Ambasciata d’Italia, informata dall’ufficiale dello Stato civile del Comune lussemburghese di residenza.

    Nel caso in cui il cittadino italiano sia nato in Italia le pubblicazioni di matrimonio sono fatte in Italia, in questo caso l’ufficiale dello Stato civile del Comune lussemburghese di residenza informerà, tramite la Cancelleria consolare dell’Ambasciata d’Italia, il Comune italiano di riferimento.

  • 11.02

    Partenariato / PACS
     

    Il comune di Lussemburgo, Place d’arme

    La legge lussemburghese prevede che due persone residenti ufficialmente in Lussemburgo, di sesso diverso o delle stesso sesso, possano contrarre un partenariat. Questo accordo scritto conferisce a due persone che hanno scelto di vivere insieme senza sposarsi il riconoscimento giuridico della comunità di vita diversa dal matrimonio, la sicurezza giuridica sul piano civile (regole di solidarietà e di responsabilità tra i partner non sposati) e su quello fiscale (facendoli beneficiare di agevolazioni fiscali), nonché sul piano della sicurezza sociale (accordando loro protezione sociale).

    La procedura amministrativa da seguire per giungere al partenariat è molto simile a quella del matrimonio (si veda sopra) e l’organismo di contatto principale è l’ufficio de l’Etat Civil – Mariages / Partenariat del Comune di residenza.

    Il partenariat può essere terminato di comune accordo tra i due partner attraverso una dichiarazione congiunta oppure in modo unilaterale da uno dei due partner.

    www.guichet.public.lu-declaration-partenariat

  • 11.03

    Riconoscimento di unioni (matrimonio e PACS) realizzate fuori dal Lussemburgo
     

    Coloro che hanno contratto un matrimonio o un PACS fuori dal Lussemburgo e dispongono di adeguata documentazione per dimostrarlo possono richiederne il riconoscimento nel Granducato. Vi sono delle limitazioni a questa norma, ad esempio in Lussemburgo non è consentita la poligamia né il matrimonio tra parenti in linea diretta. L’istituzione di riferimento per il riconoscimento di matrimonio e PACS è il Parquet général (Procuratore generale) presso la Cité judiciare del Lussemburgo. La lista dei documenti che devono essere presentati si trova nella pagina Partenariat déclaré à l’étranger del sito del Ministero della Giustiza
    www.justice.public.lu-partenariat-declare-etranger

    Bâtiment commun
    Cité judiciaire
    L-2080 – Luxembourg
    (+352) 475981-2341
    www.justice.public.lu-parquet-general

  • 11.04

    Adozione
     

    In Lussemburgo l’adozione è regolata dalla legge del 13 giugno 1989 www.legilux.public.lu.
    Il Granducato di Lussemburgo ha ratificato la Convenzione dell’Aja del 29 maggio 1993 sulla protezione dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale della legge del 14 aprile 2002.
    L’istituto dell’adozione è soggetto a stringenti regolamenti nazionali e internazionali, di seguito si riporta uno schema generale del panorama normativo del Lussemburgo, ma si consiglia comunque di informarsi personalmente presso gli uffici del Ministère de l’Education Nationale, de l’Enfance et de la Jeunesse, Autorité centrale en matière d’adoption internationale e della Maison de l’Adoption.
    L’adozione è aperta ai residenti in Lussemburgo, di nazionalità lussemburghese e non. L’adozione è concessa solo se ci sono motivi adeguati e se sono presenti dei vantaggi per l’adottato. Il Lussemburgo ha due forme di adozione: L’adoption plénière (adozione completa) e L’adoption simple (adozione semplice)

    L’adoption plénière

    Le coppie regolarmente sposate e residenti in Lussemburgo possono chiedere un’adoption plénière rispettando alcune condizioni: il bambino adottato deve essere maggiore di 3 mesi e minore di 16 anni, uno dei due coniugi deve avere almeno 25 anni e l’altro almeno 21 anni e con 15 anni in più del bambino che si intende adottare. Una adoption plénière può essere anche richiesta da un coniuge per il figlio dell’altro coniuge (in questo caso l’adottante deve essere di 10 anni più vecchio dell’adottato).
    L’adoption plénière è irrevocabile, crea un legame di filiazione che sostituisce quello originario. Nel caso venga adottato il figlio del coniuge permane la filiazione originaria.

    L’adoption simple

    L’adoption simple mantiene il legame di filiazione con la famiglia di origine, ma l’adottato acquista nella famiglia adottiva gli stessi diritti di successione dei figli legittimi.
    L’adozione semplice può essere richiesta da qualsiasi persona oltre i 25 anni. Quando la richiesta è presentata da due coniugi, almeno uno deve avere 25 anni e l’altro almeno 21 anni. Se l’adottato è figlio di un coniuge non vi sono requisiti d’età. L’adoption simple può essere revocata per gravi motivi.
    Ministère de l’Education Nationale, de l’Enfance et de la Jeunesse
    Autorité centrale en matière d’adoption internationale
    33 Rives de Clausen
    L-2165 Luxembourg
    Grand-Duché de Luxembourg
    (+352) 247-86558
    adoption@men.lu
    www.men.lu

    Maison de l’Adoption
    10, cité Henri Dunant
    L-8095 Bertrange
    (+352) 2755-6442
    maison.adoption@croix-rouge.lu
    www.croix-rouge.lu

    I figli: aiuti sociali e allocazioni familiari

    La legislazione concernente la prima infanzia e gli aiuti sociali alle neomamme e alle famiglie è una fase di aggiornamento, ad esempio dal 2017 sono modificati i valori delle allocazioni alle famiglie per i figli a carico e l’estensione di alcune allocazioni anche alle famiglie non residenti in Lussemburgo ma in cui almeno un genitore lavora nel Granducato.
    Il governo ha messo a disposizione dei cittadini il sito web ZukunftskeessCaisse pour l’avenir des enfants, che raggruppa e organizza le diverse misure di sostegno alle famiglie con figli.
    Le sezioni del sito considerano: le allocazioni famigliari (allocations), ovvero sostegni di tipo economico versati direttamente alle famiglie; i congedi per i genitori, ovvero maternità, paternità etc. (congé parental); gli assegni per servizi (chèque-service accueil), ovvero la partecipazione economica dello stato nel pagamento di alcuni servizi per i figli.

    Zukunftskeess – Caisse pour l’avenir des enfants
    6 Boulevard Royal – L- 2449 Luxembourg
    BP 394 – L-2013 Luxembourg
    +352 47 71 53-1
    Mail: formulario on-line sul sito della Zukunftskeess
    www.cae.public.lu

  • 11.05

    Divorzio
     

    La legge lussemburghese del 27 giugno 2018, entrata in vigore il 1° novembre 2018 – consente a una coppia sposata di chiedere il divorzio o la separazione con l’obiettivo, rispettivamente, di sciogliere il matrimonio o porre fine all’obbligo della vita in coppia. Per le procedure di divorzio e separazione la competenza è dei tribunali.

    Per quanto concerne il divorzio esistono, attualmente, due forme di divorzio: il divorzio consensuale e il divorzio per rottura irrimediabile delle relazioni coniugali. Per i dettagli si rinvia ai riferimenti indicati più in basso. Accanto al divorzio, la legge prevede anche la separazione, che, a differenza del divorzio che implica automaticamente la fine del matrimonio, permette ai due coniugi di vivere separatamente, pur rimanendo sposati (la procedura può essere avviata per mutuo consenso dei coniugi).

    Il divorzio, una volta definitiva la sentenza, implica delle conseguenze familiari ed economiche.
    Il divorzio include l’obbligo di aiuto/assistenza tra i coniugi e il dovere di mantenimento e di educazione dei figli comuni.

    La custodia dei figli avuti in comune è concessa, nel diritto lussemburghese, ad uno solo dei genitori o a una persona terza. Non è prevista la possibilità di affidamento congiunto dei figli. L’altro genitore esercita un diritto di visita (incontro con il bambino), alloggio (ricezione del bambino) e monitoraggio (educazione e istruzione del bambino).
    I coniugi divorziati possono contrarre un nuovo matrimonio.
    Si veda in merito il portale giustizia del governo del Lussemburgo e la guida on-line dell’amministrazione lussemburghese.
    www.justice.public.lu-divorce-separation
    www.guichet.public.lu-divorce-separation