01.05

Geografia e orientamento
Il Lussemburgo

Il Lussemburgo è, con l’eccezione di Malta, il più piccolo dei 28 Stati membri dell’Unione europea. Il Granducato è situato tra il Belgio ad ovest e a nord, la Germania ad est e la Francia a sud.
Il Paese misura, nella sua massima estensione, 57 km da est a ovest e 82 km da nord a sud, per una superficie totale di 2.586 kmq, inferiore a quella della Valle d’Aosta, la più piccola regione italiana, con i suoi 3.263 km. Il Paese ha due regioni geologiche/naturali: l’Ösling (Éisleck in lussemburghese) a nord, che occupa circa un terzo del territorio, è un altopiano collinare con un’altitudine media di 450 m, in gran parte tagliato da fiumi; il sud Gutland (“terra buona” in lussemburghese), che occupa la restante parte del Paese, è una pianura ondulata con un’altitudine media di 215 m. Comunemente però si divide il territorio del Lussemburgo in cinque regioni caratterizzate da diversità geografiche, naturalistiche, storiche e demografiche notevoli: Ardenne lussemburghesi, Plateau de Luxembourg, Petite Suisse luxembourgeoise (Mullerthal), vallée de la Moselle (Musel), Terres rouges o Bassin minier (Minett).

Queste aree presentano un’interessante diversità naturalistica. Nelle Ardenne si concentrano i maggiori rilievi boschivi che poi si addolciscono nel Plateau de Luxembourg. La Petite Suisse, un’area boschiva e collinare, è la più nota agli escursionisti per la bellezza dei suoi paesaggi, mentre la Mosella è caratterizzata dalla coltivazione della vite e le Terres rouges da foreste che si espandono sulle vecchie aree di estrazione mineraria.